Presentato qualche settimana fa e frutto del lavoro congiunto di amministratori comunali, associazioni e operatori locali, il nuovo veicolo sarà a disposizione ventiquattr’ore su ventiquattro alle persone in carrozzina della città ligure
“Il sogno – che poi sarebbe un sacrosanto diritto – si è avverato. E così, dopo tanta insistenza e lavoro, tutti i cittadini in carrozzina della Spezia potranno disporre di un taxi accessibile”. Questo il commento soddisfatto di Mauro Bornia, presidente della Consulta Provinciale per la Disabilità della Spezia – della quale fanno parte venticinque associazioni – dopo la presentazione, il 4 agosto scorso, da parte dei rappresentanti del Consorzio Radio Taxi, del nuovo mezzo utile al trasporto delle persone con disabilità motoria.
Per l’occasione erano presenti anche il sindaco della città ligure Massimo Federici e l’assessore comunale alle Attività Produttive Salvatore Avena, insieme allo stesso Bornia, che ha dichiarato: “L’adozione del nuovo taxi nasce dalle istanze della nostra Consulta e si è resa possibile attraverso un iter congiunto tra la Consulta stessa, gli operatori e l’Amministrazione. Il provvedimento è stato inserito dunque nel nuovo regolamento Servizio taxi, approvato dal Consiglio Comunale nel quale, appunto, era stata prevista la dotazione di un’auto aggiuntiva  per il trasporto di persone con disabilità da inserire nel parco taxi”.
Fondamentale, per altro, il contributo del locale Consorzio Radio Taxi, attivatosi con il proprio presidente Matteo Natale per l’acquisto e l’allestimento del veicolo, che sarà di stanza alla stazione ferroviaria e disponibile ventiquattr’ore su ventiquattro tramite presa diretta oppure prenotandolo al numero telefonico 0187 523523.
Per ulteriori informazioni: maurobornia@alice.it.

Fonte: Superando.it, 31-8-10