Anche i non vedenti potranno guidare. Un veicolo a quattro ruote progettato dal Tech’s Robotics and Mechanisms Laboratory dell’Università della Virginia (Usa) è infatti capace, grazie a tecnologie d’avanguardia, di aiutare le persone cieche a sterzare, accelerare e frenare con naturalezza.
L’automobile, una sorta di grosso go-kart o dune-buggy a due posti, utilizza dei sensori laser che funzionano come gli ‘occhi’ del guidatore, calcolando la distanza e la posizione degli ostacoli. Comandi vocali e a vibrazione vengono struttati per dare indicazioni al pilota del veicolo.
”È un’esperienza entusiasmante”, ha detto Wes Majerus, primo non vedente a testare il veicolo. ”Si guida facilmente – ha aggiunto – e le indicazioni fornite sono molto precise. Quando il software segnala di svoltare, dice esattamente di quanto si deve sterzare il volante. La differenza rispetto a delle istruzioni date da un’altra persona è lampante”.
Majerus, specialista in tecnologie d’accesso per persone con disabilità del National Federation of the Blind’s Jernigan Institute, ha detto che il veicolo ”è un grande passo avanti, quasi un momento storico. Questa tecnologia è un punto di svolta per rendere indipendente la vita delle persone non vedenti”.

Fonte: Agi Salute, 17-7-09