autobusIl piano è stato presentato il 26 gennaio in Campidoglio dal delegato alle Politiche della disabilità Antonio Guidi e dagli assessori alle Politiche della Mobilità Sergio Marchi e ai Lavori pubblici Fabrizio Ghera, con la partecipazione dell’ad dell’Atac Adalberto Bertucci.

“Roma deve diventare un cantiere per rimuovere le barriere per i disabili, ma anche un cantiere di idee”, ha detto Guidi. A margine della presentazione, a proposito delle dichiarazioni del deputato del Pd Ileana Argentin in merito alle difficoltà di accesso al trasporto pubblico per i disabili della Capitale, Guidi ha commentato: “Non è possibile che un ex delegato alle disabilità scopra adesso che Roma è difficile da vivere per un disabile”.

I veicoli della flotta del trasporto pubblico locale dotati di pedana per il sollevamento di persone con disabilità motoria sono attualmente 1.386 su 2200, il 63% del totale. Per migliorare il servizio, su indirizzo dell’Amministrazione comunale, l’Atac ha avviato un programma integrato di gestione delle vetture dotate di pedana.

La prima delle misure è l’attivazione di una task force di pronto intervento. Dal 18 gennaio, per sopperire tempestivamente all’eventuale mancato funzionamento delle pedane dei bus è in funzione una flotta composta da 6 vetture M1 a 6 posti, attrezzate per trasporto disabili, con pedane di sollevamento per i cittadini in carrozzina, in servizio tutti i giorni, feriali e festivi, dalle 6 alle 22.
Nel caso in cui su un autobus in servizio di linea si dovesse verificare il mancato funzionamento della pedana di sollevamento, l’autista contatta la Centrale Operativa Tpl. L’operatore che riceve la segnalazione si attiva prontamente per inviare la vettura M1 ubicata nel punto più vicino, che trasporterà l’utente alla propria fermata di destinazione. Terminato il trasporto, il veicolo M1 ritornerà al punto di stazionamento, pronto per eventuali ulteriori richieste di intervento.
I bus M1 sono ubicati in: piazza dei Cinquecento; piazzale dell’Agricoltura; piazza di Cinecittà; Metro B Ponte Mammolo; piazza A.Mancini; Metro A Cornelia.
Attualmente la richiesta media giornaliera è di 2 utenti trasportati; il servizio resterà attivo fino a quando non sarà a regime il programma di interventi di manutenzione delle pedane degli autobus e delle infrastrutture correlate.

Per ridurre gli episodi di malfunzionamento è stata infatti programmata una intensificazione degli interventi di revisione e manutenzione sull’intero parco vetture che dispone di pedane per disabili: le 1.386 vetture saranno revisionate dalle officine Atac nell’arco di 3 mesi.
Per le vetture in servizio sulle 6 nuove linee dedicate, in funzione da febbraio, le pedane verranno testate ogni giorno prima di andare in esercizio e ricontrollate a cadenza settimanale con ispezioni volte alla verifica dell’efficienza, della pulizia, dell’ingrassaggio e degli interventi di riallineamento del meccanismo di movimentazione

logo atacL’esercizio delle 6 linee attrezzate per il trasporto disabili (autobus 12 metri), con itinerario a penetrazione radiale verso il Centro Storico, sarà attivato, in via sperimentale, nel mese di febbraio. Le linee interessate sono: 81, 85, 90,170, 490 e H, per un totale di 110 vetture servizio dal lunedì al venerdì, 88 il sabato, 55 la domenica.
Si tratta, inoltre, di mezzi a basso impatto ambientale (bus a metano o filobus).

Ultimo tassello del potenziamento del servizio pubblico di trasporto sarà il potenziamento del servizio a chiamata, attualmente garantito quotidianamente con 100 vetture M1 appositamente attrezzate. Per il servizio a chiamata è attivo il numero verde 800 469540, al quale si possono rivolgere tutti i cittadini che hanno già effettuato l’accreditamento presso l’Ufficio disabilità dell’assessorato alle Politiche Sociali e hanno avuto l’autorizzazione ad usufruire del servizio.
È stato avviato il completamento dell’installazione del sistema di monitoraggio satellitare su tutte le vetture facenti parte della flotta in servizio. Questo intervento consentirà di effettuare un’analisi maggiormente approfondita dei dati relativi al servizio, con l’obiettivo di ottimizzare l’offerta e raggiungere la cifra di mille passeggeri trasportati ogni giorno.

Fonte: Comune di Roma, www.romasalutenews.it, 26-1-10