Presentato il progetto di riordino della rete di trasporto pubblico ad Acilia. Il piano, reso necessario dalle trasformazioni urbanistiche dell’area, interessa i quartieri di Dragona, Dragoncello, Bagnoletto, Centro Giano e Villaggio S.Francesco e oltre 30 mila residenti. La nascita di nuovi quartieri porta l’esigenza di dotare l’area di collegamenti adeguati con scuole, uffici, zone commerciali, sede del Municipio e stazione di Acilia della ferrovia Roma-Lido.
È stata istituita la nuova linea circolare 063, che collega la stazione di Acilia con il Villaggio S.Francesco e con Bagnoletto, mentre le linee 012, 017 e 04B sono state riorganizzate. Lo 04 barrato ha aumentato il servizio a Dragona, prolungando il percorso verso via Sesto S.Giovanni. Lo 012 non passa più per Centro Giano, dove è stata sostituito dalla 017, e prolunga le corse verso il nuovo Centro del Lavoro di Dragoncello. Lo 017 collegherà Centro Giano e la zona commerciale di Acilia con le stazioni di Acilia e Casal Bernocchi.
Il fattore sicurezza: la linea 01 è stata equipaggiata con sistemi di videosorveglianza; 10 vetture sono già dotate di telecamere e altre 40 saranno completate nel mese di aprile e verranno utilizzate su altre linee. Le telecamere, quattro per vettura, entrano in funzione in caso di emergenza e la registrazione resta a disposizione dell’autorità giudiziaria. Previsto anche il collegamento con la sala operativa in caso di segnale d’allarme del conducente.
Altra novità di rilievo, l’accessibilità delle vetture ai disabili, con pedane sulle linee 01, 05 e 05B.
E anche ad Acilia e a Dragona arrivano le ‘paline’ elettroniche che informano alle fermate su tempi di attesa, numero di fermate che il bus in arrivo deve percorrere, situazione generale del traffico, comunicazioni di servizio. Nel XIII Municipio le paline attualmente sono 16, funzionanti entro il 30 aprile, poi ve ne sono altre 15 in programma.
Infine, le nuove pensiline: saranno in tutto 23, distribuite sul territorio municipale ed installate entro il 20 aprile; successivamente ne verranno collocate altre 21.
Per questo programma l’investimento sostenuto dal Comune ammonta a 4,8 milioni di euro.

Fonte: www.comune.roma.it