autobusAlla fine anche l’Atac ha recepito le decisioni dell’assessore alla Mobilità del Comune Antonello Aurigemma sugli abbonamenti agevolati per gli invalidi. Ma c’è voluta una nuova delibera, votata ieri in Giunta, per togliere il tetto dei 20mila euro stabilito dal provvedimento precedente.
Ora è ufficiale: gli invalidi con almeno il 67% di invalidità e i pensionati sociali con un reddito Isee superiore ai 15mila euro annuali pagheranno 50 euro l’abbonamento annuale. Aurigemma lo aveva già annunciato, ma senza formalizzarlo in una delibera, e negli utenti si era generata confusione e paura.
I nuovi scaglioni sono:
- fino a un reddito Isee di 10 mila euro, costo abbonamento 20 euro;
- con reddito da 10 a 15 mila euro, costo abbonamento 35 euro;
- con reddito da 15 mila euro in poi, costo abbonamento 50 euro.
Per la possibilità di scaglionare in 12 rate mensili l’abbonamento annuale, anche quella annunciata dal Campidoglio, sono ancora allo studio le modalità.
Le nuove tariffe entreranno in vigore il 25 maggio, e i nuovi abbonamenti si potranno acquistare fino al 22 maggio presso i Municipi di appartenenza, e in seguito presso 9 biglietterie Atac con la seguente documentazione:
- copia modello Isee;
- copia del documento di riconoscimento valido;
- Metrebus card personale da riconsegnare, o una fototessera se non si possiede la Metrebus Card;
- Certificato di invalidità.

Fonte: Disablog.it – roma.repubblica.it (Cecilia Gentile; Comune di Roma, 17-5-12