Una volta ottenuto il certificato della commissione medica è possibile iscriversi a scuola guida e seguire il normale iter per ottenere la patente. Purtroppo molte autoscuole se non hanno delle vetture adattate e con i doppi comandi si rifiutano di dare lezioni di guida, attenzione quindi: sia per le lezioni che per l’esame di guida non c’è l’obbligo dei doppi comandi, perciò se la scuola non ha a disposizione dei mezzi di trasporto con le modifiche prescritte dalla commissione medica, il disabile potrà tranquillamente usare la propria vettura o un qualsiasi altro mezzo di trasporto che abbia i dispositivi richiesti. L’esame di teoria sarà sostenuto normalmente con i quiz ma l’esaminatore deve essere un ingegnere di categoria superiore, lo stesso vale per l’esame di pratica, al termine del quale l’esaminatore potrà, se lo ritiene opportuno, prescrivere altri adattamenti o cambiare quelli imposti dal certificato d’idoneità.

E’ importante non far scadere il foglio rosa dove vengono riportati i dispositivi di guida (che verranno poi trascritti sulla patente) che il disabile dovrà utilizzare, altrimenti toccherà riottenere l’idoneità della commissione medica.

I disabili che sono già in possesso di una patente normale non devono risostenere l’esame di guida, basterà che modifichino la propria vettura con gli adattamenti prescritti dalla commissione medica locale dopo una prova pratica definita prova di controllo.

La validità delle patenti speciali è di 5 anni, anche se spesso viene indicata una validità inferiore e per il rinnovo è necessario ottenere nuovamente il certificato d’idoneità. Per richiedere la visita bisogna presentare alla Commissione Medica Provinciale, almeno 90 giorni prima della scadenza della patente, il modulo rilasciato dall’ASL unito ad un certificato medico e ad una copia della patente in possesso.

 

 

Fonti normative:

- Decreto Ministeriale (Ministero della infrastrutture e dei trasporti) del 30/09/2003 

- Legge 214 del 1/08/2003 (Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 186 del 12/08/2003)

- Decreto legge 151 del 27/06/2003 (Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 149 del 30/06/2003)

- Decreto Presidente della Repubblica 575/94

- Decreto Legislativo 285/92

- Decreto Presidente della Repubblica 495/92

- Circolare Ministeriale 148/91