Con l’introduzione della patente europea, dal 21 giugno 2000 le Commissioni Mediche Locali (CML) nel certificato che prescrive gli adattamenti della vettura, devono indicare oltre alla loro descrizione anche i codici e i subcodici relativi. Questi sono elencati nella Circolare ed elaborati dalla Commissione europea e potranno quindi essere modificati solo dagli organi competenti comunitari.

Sulla patente non appare più la descrizione delle modifiche, ma sono indicate solo le codificazioni numeriche.

Gli Uffici Periferici della Motorizzazione devono controllare che i codici corrispondano agli adattamenti prescritti, e se la CML non ha annotato i codici sul certificato, la MCTC deve aggiungerli alla pratica.

 

 Fonti normative:

- Legge 214 del 1/08/2003 (Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 186 del 12/08/2003)

- Decreto legge 151 del 27/06/2003 (Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 149 del 30/06/2003)

- Direttiva Comunità Europea 56/2000

- Direttiva Comuntità Europea 439/91