È partita l’offensiva del Comune contro i furbetti che utilizzano abusivamente i pass riservati alle persone con disabilità. Dal primo agosto sono state incrociate le banche dati di vigili, Comune e Genova Parcheggi e grazie a questo lavoro sono stati scoperti un migliaio di pass intestati a persone decedute, che non sono mai stati restituiti.
Per tutti questi è scattata la cancellazione dalle liste dei vigili. Già quaranta persone sono state denunciate per truffa perché trovate ad utilizzare gratuitamente i posteggi di Genova Parcheggi grazie al pass senza averne diritto.
“Dai controlli eseguiti è risultato evidente che l’abuso è purtroppo molto diffuso”, spiega l’assessore alla Sicurezza Francesco Scidone. I numeri parlano chiaro: nel 2009 sono stati ritirati 232 pass; nel 2010, 246; nel primo semestre del 2011, già 87, e le contravvenzioni per soste su aree riservate sono state nel 2009 5000, 3700 nel 2010 e 763 nel primo trimestre del 2011.
Grazie all’aggiornamento delle banche dati, i vigili avranno la possibilità di verificare in tempo reale se il pass esposto è utilizzato correttamente o meno. “I pass permettono di viaggiare sulle corsie riservate, circolare nelle zone a traffico limitato, posteggiare gratuitamente in tutte le blu area e nelle isole azzurre”, aggiunge l’assessore alla Viabilità Simone Farello. “Sono benefici indispensabili per chi si trova in difficoltà, ma che diventano privilegi ingiustificati se vengono utilizzati senza averne diritto”.

Fonte: Disablog.it – genova.repubblica.it (Nadia Campini), 13-8-11