Costrette a viaggiare su due treni diversi solo perché disabili. Succede in Francia, dove Laetitia e Celine, due sorelle paraplegiche di 27 e 25 anni, si sono scontrate con la rigidità del regolamento interno della Sncf, la società ferroviaria francese, che prevede un solo posto riservato alle persone in carrozzina per ogni treno ad alta velocità (Tgv) che di posti a sedere ne conta circa 400.
Le due ragazze – che volevano viaggiare insieme da Albertville a Parigi per assistere ad un concerto – si sono dunque dovute imbarcare su due treni distinti, partendo ad orari diversi.
“Mi pareva evidente partire con mia sorella sullo stesso treno – dice Laetitia ai microfoni della radio Rtl – Ma non ho avuto il diritto perché sono handicappata”. Una discriminazione che riempie di amarezza anche sua sorella Celine: “Tutto ciò mi disgusta – afferma – mi mette di fronte ancora una volta alla mia malattia, che viene prima di tutto il resto”.
Intanto, alla Sncf, corrono ai ripari garantendo che si tratta di “una triste coincidenza”. Sui nuovi Tgv, infatti, i posti riservati alle persone in sedia a rotelle sarebbero due se non tre in alcuni treni di ultima generazione.

Fonte Ansa, 30-3-10