logo fiat autonomyAl prossimo Motor Show di Bologna il gruppo Fiat ribadisce il proprio impegno a favore della mobilità per tutti. La casa del Lingotto allestirà infatti uno stand dedicato al Programma Autonomy, l’iniziativa avviata nel 1995 per realizzare servizi e mezzi di trasporto destinati a chi ha ridotte capacità motorie per favorire l’avvicinamento delle persone con disabilità alla guida.

A titolo di esempio sarà esposta un’Alfa Romeo Mito e un Doblò tetto alto, entrambi trasformati da due fra i tanti allestitori specializzati che collaborano con il marchio torinese nel settore delle attrezzature speciali per la mobilità assistita, Guidosimplex e Kivi.
Un esempio di come sulle vetture esposte, e su tutte le altre della gamma Fiat, Alfa Romeo e Lancia, possono essere montati speciali dispositivi che consentono la guida anche alle persone con disabilità. Sono soluzioni semplici da installare e che si integrano perfettamente nell’abitacolo senza compromettere ergonomia, abitabilità, comfort e sicurezza della vettura e si affiancano ai comandi di serie consentendo così la guida anche a persone senza difficoltà motorie.

Inoltre, anche per richiamare sul tema l’attenzione di un pubblico più giovane, sarà presente allo stand Alfredo Di Cosmo insieme alla sua Abarth 500 “Assetto Corse” allestita dalla ditta Guidosimplex con acceleratore a cerchiello elettronico sopra il volante, freno a cerchiello dietro il volante meccanico e servofrizione elettronica posta sopra il cambio sequenziale. Questa Abarth monta un motore 1.400cc 16v turbo da 190 Cv, pesa 970 kg ed è preparata con assetto e freni da corsa come da regolamento ufficiale Abarth. E proprio con questa vettura, assistito dalla società Autoalberta by Uboldi Corse, il pilota milanese parteciperà il prossimo anno al Trofeo 500 Abarth Italiano ed Europeo.
Nato a Milano nel 1971, Alfredo Di Cosmo correva in moto a livello agonistico fino al 15 luglio 1995 quando ebbe un gravissimo incidente dove perse l’uso delle gambe. Dopo un lungo periodo di degenza, nel 2000 il giovane driver si iscrisse a un corso di pilotaggio organizzato dalla Fisaps, in collaborazione con Fiat Autonomy con una 600 Sporting e nel 2002 vinse il titolo italiano del campionato Fisaps-Fiat Autonomy grazie al quale riuscì a ottenere la licenza che gli permetterà di gareggiare nei vari campionati insieme ai piloti normodotati.

Presente anche il designer Danilo Ragona, realizzatore della sedia a rotelle “B-Free Multifunction”, un prodotto rivoluzionario sia dal punto di vista estetico sia da quello funzionale che gli è valso il prestigioso “Odisseo 2008 per l’interfunzionalità e l’innovazione” dell’Unione Industriale di Torino.

Fonte: Press-In – La Repubblica, 18-11-10