Se le procedure saranno rispettate, la metropolitana leggera di Latina che colleghera’ la stazione ferroviaria al quartiere Nascosa potra’ essere realizzata in tre anni, a regime trasportera’ 1800 persone l’ora, per 88 corse al giorno e un’attesa massima di cinque minuti. E’ il progetto dei primi due lotti dell’opera, che nei piani dovrebbe collegare su superficie la citta’ fino al mare, illustrato a Latina. All’incontro di presentazione c’erano il vice ministro delle infrastrutture Paolo Mammola, quello dell’economia Mario Baldassarri, il sindaco Vincenzo Zaccheo e imprenditori. L’opera ha avuto di recente il via libera del comitato interministeriale della programmazione economica. E’ previsto un finanziamento di 135 milioni di euro e dovra’ essere realizzata con un progetto di finanza. ”Ho osato, ora anche voi dovete farlo – ha detto Zaccheo rivolgendosi agli imprenditori presenti – entro un mese presenteremo anche il progetto del terzo lotto che portera’ al mare”. ”I progetti della legge 211 del ’92 – ha detto Mammola – erano nella stragrande maggioranza bloccati. Abbiamo convocato le amministrazioni, detto che avremmo revocato i finanziamenti e fatto partire le opere possibili, in altri casi abbiamo deciso di investire su altre come e’ stato per Latina”. Secondo Baldassari quello pontino ”e’ un modello da seguire, intendiamo farne un progetto pilota di come si possa seguire una sinergia istituzionale e pensare a una citta’ con le sue infrastrutture, nel suo insieme, legata a quelle della regione e del resto d’Italia”.

25 marzo 2005 – fonte:ansa