top-image

Archivio di luglio, 2010

Sarà il Porto di Civitavecchia il primo nel Lazio a prevedere l’assegnazione di una quota di posti barca riservati ed attrezzati per soggetti (persone fisiche o giuridiche) con disabilità e per le categorie protette. Lo hanno annunciato, nel corso di una conferenza stampa svoltasi a bordo di un’unità della Snav Lazio, le associazioni Unione Italiana Vela Solidale e Fare Ambiente ...leggi»
E se è già grave il silenzio dell'azienda, rispetto a una serie di richieste presentate mesi or sono dal Movimento Rinnovamento Democratico, volte a razionalizzare il servizio di trasporto ferroviario riguardante le persone con disabilità, ancor più sconcertante è che i disservizi, la scortesia e la disattenzione del personale viaggiante nei confronti della clientela con disabilità crescano ulteriormente, com'è accaduto a chi tornava in Puglia dalla manifestazione nazionale di Roma del 7 luglio
"Sono una persona con disabilità motoria di Roma e mi muovo in carrozzina. Nel pomeriggio del 2 luglio, intorno alle 16, mi sono recato alla stazione della Linea B di Santa Maria del Soccorso per prendere la metropolitana che mi avrebbe dovuto portare alla stazione di Roma Termini, ma una volta varcato il tornello di accesso, il vigilante di turno ...leggi»
Nell'ottobre del 2009 la Corte di Cassazione aveva prodotto una discussa sentenza, secondo la quale all'interno dei parcheggi con le linee blu devono pagare anche le persone che espongono il contrassegno per disabili, indipendentemente dal fatto che siano tutti occupati i posti riservati ai disabili stessi. Ma le sentenze di Cassazione non hanno comunque facoltà di modificare la normativa esistente, né di estendere automaticamente l'applicazione della Sentenza ad altri casi simili. E così, mentre le amministrazioni comunali di alcune città si sono subito allineate al provvedimento (ad esempio Napoli, Palermo e Torino), altre (sappiamo di Parma e Ancona) hanno deciso di mantenere la gratuità del parcheggio.
Una donna romana invalida al 100% con problemi di cuore e insufficienza respiratoria ha denunciato di essere stata maltrattata in aereo dagli assistenti di volo di EasyJet. Regole rispettate, solo un’incomprensione, replica la compagnia. "Sono tornata in Italia domenica 6 giugno con un volo Lisbona-Roma della compagnia EasyJet - ha raccontato la donna -. Non avendo necessità della carrozzella, ho chiesto ...leggi»
Presentiamo un ampio dossier pubblicato dal sito Superando.it, dedicato al Regolamento Europeo, entrato in vigore nell'estate del 2008, che disciplina i diritti delle persone con disabilità nel trasporto aereo. In tal senso una situazione di conflitto sembra delinearsi chiaramente, vedendo da una parte le presunte esigenze di sicurezza dei voli, dall'altra il diritto alla mobilità delle persone con disabilità. Ma può essere considerato come ragionevole un principio di sicurezza che prescrive l'evacuazione di un aereo in 90 secondi? Nella seconda parte del dossier si tiene conto di alcune segnalazioni di disservizi, per riflettere sul rapporto tra il diritto alla mobilità stesso e gli standard di qualità dei servizi offerti ai passeggeri con disabilità.
E' ancora una volta Nazzarena Desideri, già candidata sindaco nelle amministrative del 2007, a dare voce a chi, alle barriere architettoniche, deve dire 'grazie' per non poter essere autosufficiente. Un problema che la riguarda in prima persona, che più volte ha cercato di portare all'attenzione delle istituzioni tanto da arrivare ora a minacciare uno sciopero della fame. Marciapiedi sconnessi o ...leggi»
bottom-img