top-image

Archivio di aprile, 2010

Erano state sette le richieste presentate dal Movimento Rinnovamento Democratico (Nulla su di Noi, Niente senza di Noi), nel corso di un incontro del 21 ottobre 2009 con i vertici di Trenitalia, per ottenere una razionalizzazione del servizio di trasporto ferroviario riguardante le persone con disabilità, soprattutto visiva. Vale senz'altro la pena riportarli tutti e sette: 1. Al passeggero con disabilità ...leggi»
Con l′entrata in vigore nel dicembre scorso del Regolamento europeo sui diritti dei passeggeri dei treni (CE  1371/2007; vedi collegamento a destra), è stata definitivamente introdotta l′accezione di persona con disabilità e persona a mobilità ridotta, definizioni equivalenti che indicano tutte quelle persone la cui mobilità sia appunto ridotta a causa di qualsiasi disabilità fisica (sensoriale o locomotoria, permanente o ...leggi»
Andare in treno da Bologna a Bolzano? Un viaggio tortuoso per chi è in carrozzina dopo la soppressione dell’eurostar Verona - Bolzano. Occorre, infatti, scendere a Verona e da lì prendere il treno regionale per il capoluogo altoatesino. "Da qualche mese l’eurostar in partenza da Roma fa capolinea a Verona - spiega Trenitalia - non prosegue più per Bolzano perché ...leggi»
Un corso di guida sicura per le persone con disabilità. È la proposta formulata dall’Automotive Safety Centre che ha presentato il corso "GuidaSicura Quattroruote" appositamente progettato per i guidatori con disabilità insieme, appunto, alla celebre rivista.Un’iniziativa dedicata alle persone che hanno concluso un percorso terapeutico di riabilitazione e che scelgono di completare il proprio reinserimento sociale anche attraverso l’utilizzo di ...leggi»
I passeggeri disabili hanno diritto di acquistare online i biglietti dei treni come gli altri viaggiatori e devono essere messi in grado di farlo. L’accessibilità dei siti delle compagnie che gestiscono il trasporto su treno in Europa è uno dei punti principali della risposta che lo European Disability Forum ha inviato alla Commissione UE nell’ambito di una consultazione che  si ...leggi»
Prendi l'alta velocità e hai l'assistenza assicurata, ma il Frecciarossa costa caro e ferma solo nelle grandi città. Se prendi invece un treno di linea, magari il Torino-Milano, rischi che Trenitalia ti lasci a piedi: te e la tua carrozzina. O al massimo, un addetto ti può accompagnare fino al convoglio e poi te la devi cavare da solo. Un tempo non era così: "C'è stata un'involuzione progressiva - racconta Riccardo Corsano, 34 anni, di Novara, che l'ha patita sulla sua pelle - La mia sarà una piccola storia ma è l'anello di un sistema, di una discriminazione che aumenta. E ho capito che bisogna dire basta e smetterla di stare zitti".
Su specifica richiesta della Direzione sanitaria dell’ospedale G.B. Grassi di Ostia, gli agenti del XIII Gruppo della Polizia municipale diretti dal comandante Angelo Moretti hanno ritirato in sole due ore quindici contrassegni per disabili, in parte scaduti e in parte contraffatti, che venivano utilizzati illecitamente da automobilisti per fruire dei parcheggi all’interno del nosocomio. In particolare un cittadino è stato ...leggi»
Scrivere dei problemi che incontrano le persone con disabilità che vogliono utilizzare il trasporto pubblico a Roma è facile, le criticità sono note, anche se spesso la situazione, nella pratica quotidiana, non è così tragica. Per confermare, però, che le difficoltà sono ancora enormi non mancano le testimonianze. Come quelle che vi proponiamo. La prima è la lettera che un turista in carrozzina ha spedito a vari referenti istituzionali e non - dal sindaco Alemanno al presidente Fish Barbieri - per denunciare la sua disavventura durante una breve vacanza nella Capitale. La seconda è molto simile, raccontata però in un articolo del Corriere della Sera.
bottom-img